domenica 13 novembre 2016

Quanti Modi di Fare e Rifare Gli Amaretti di Nicola

E' già novembre! E anche questo mese con  "Quanti modi di fare e rifare" scopro un'altra bella e dolcissima ricetta di Nicola e Clara del blog: Gli amici no-blogger della Cuochina "gli Amaretti". Grazie di cuore per aver condiviso con noi la vostra ricetta :-))

A dire il vero li ho dovuti fare due volte perché, non avendoli mai fatti e non sapendo come doveva essere la consistenza del l'impasto, al primo tentativo ho aggiunto troppo albume ed in forno si sono schiacciati completamentee, non hanno tenuto la forma originale. Ma erano veramente buonissimi, i miei uomini  non hanno fatto nessuna obiezione e se li sono divorati.

Ma ho preferito rifarli e la seconda volta ho aggiunto gli albumi poco per volta (consiglio vivamente di fare in questo modo), e questa volta, finalmente, sono venuti molto bene, ho capito che l'impasto deve essere compatto al punto giusto.
 Ingredienti:
  • g 500 di farina di mandorle 
  • g 500 zucchero a velo (l'ho frullato con il macina caffè )
  • Una filetta di aroma mandorle amare
  • 2-3 albumi d'uovo
  • Ciliege e frutta candita per decorare 
Ho messo in una ciotola la farina di mandorle, lo zucchero a velo, la fialetta aroma mandorle amare e circa due albumi e mezzo ed ho impastato con le mani. Ho fatto delle palline e le ho allineate in una teglia, ricoperta da carta forno, un po' distanziate. Ad alcune ho messo sopra una ciliegia e ad altre dei pezzettini di cedro candito. Ho infornato a140 gradi per circa 20 minuti. Li ho lasciati raffreddare senza toccarli perché quando sono caldi sono molto friabili.
Ecco come erano venuti la prima volta

L'11 dicembre saremo da Maria Vittoria
del blog: Semplice semplice di Maria V.& Braccio D.

Per realizzare: I Biscotti allo zenzero per Natale

                                                        



domenica 9 ottobre 2016

Quanti Modi di Fare e Rifare i Pisarei e faso'

Anche oggi, 9 ottobre partecipo con vero piacere all'iniziativa di Anna e Ornella, Quanti Modi di Fare e Rifare, che questa volta ci porta nella cucina di Elena, del blog: Zibaldone culinario, per realizzare: i Pisarei e fasò.
Ecco un altra splendida ricetta facile, economica, semplice da eseguire e gustosissima. E' piaciuta veramente tanto, grazie Elena per averla condivisa con noi :-))
Ho usato la farina integrale e ho aggiunto speck e grana.

Ingredienti:

Per i pisarei:
  • 400g di farina integrale
  • 200g pane grattugiato 
  • 350g circa di acqua calda
  • sale
  • 30g di burro a temperatura ambiente
Per il sugo:
  • 250g di fagioli borlotti lessati
  • una costa di sedano 
  • una carota
  • mezza cipolla
  • poca passata di pomodoro
  • 50g di speck tagliato a listarelle 
  • una spruzzata di grana
Per prima cosa ho fatto la pasta mescolando bene farina, pane, acqua, sale e burro. Ho coperto con la pellicola è lasciato riposare.
Nel frattempo ho messo sul fuoco abbondante acqua salata. In un altra pentola ho soffritto la cipolla, il sedano, la carota tritate e poi ho aggiunto lo speck. Quando era tutto ben appassiti, ho aggiunto i fagioli e la passata di pomodoro e ho lasciato cuocere a fuoco basso, intanto che facevo gli gnocchetti.
Ho ripreso la pasta ed ho fatto dei rotolini che ho tagliato in piccoli tocchetti. Li ho passati sul riga gnocchi. Non serve altra farina non si appiccicano. Quando l'acqua ha raggiunto il bollore, li ho tuffati e lasciati cuocere per qualche minuto. Ho aggiustato il sugo di sale e una volta cotti li ho aggiunti e saltati un attimo in padella. Per finire ho dato una spruzzata di grana. 
Ho fatto fatica a fare le foto se li sono divorati ;-))


Il 13 novembre saremo da Nicola e Clara

                                                            





domenica 11 settembre 2016

Quanti Modi di Fare e Rifare lo Stoccafisso in Buridda

Dopo la pausa estiva sono ben lieta di partecipare all'iniziativa di Quanti Modi di Fare e Rifare. Questo mese, settembre 2016, siamo ospiti di Carla Emilia del blog: Un'arbanella di basilico.
Grazie Carla Emilia per averci regalato questa gustosa ricetta, non avevo mai cucinato i funghi con il pesce e l'abbinamento è veramente ottimo anche se un po costoso per me :-)))
Non ho trovato lo stoccafisso e allora ho usato il baccalà. Mi sono permessa di omettere degli ingredienti per adeguare la ricetta al gusto della mia famiglia (non abituati a vedere pinoli e olive con i funghi) spero che non ti offenda
Ingredienti:
1kg di baccalà dissalato
500gr di funghi porcini
300gr di patate
Uno spicchio di aglio
Prezzemolo
Olio evo
Sale e pepe
Un bicchiere di vino bianco secco

Ho tagliato a fette le patate, ho messo un goccio di olio in una padella e le ho messe sul fuoco basso a rosolare. Nel frattempo ho pulito i funghi e li ho tagliati a fette. Le patate erano già a mezza cottura, ho unito i funghi, alzato il fuoco e portato a cottura (circa 15 minuti). Ho tolto il tutto dalla pentola. Ho messo nella stessa pentola l'aglio, il prezzemolo non lo faccio soffriggere perché può dare un gusto amaro e preferisco metterlo all'ultimo momento, un goccio di olio e fatto insaporire, poi ho aggiunto il baccalà pulito e tagliato a pezzi. Ho lasciato soffriggere a fuoco alto, quindi ho bagnato con il vino bianco secco. Ho unito i funghi e le patate e lasciato amalgamare per qualche minuto, salato e pepato e spolverato con il prezzemolo, ho servito caldo con la polenta.

Il 9 ottobre saremo da Elena, del blog:
 
Per realizza i Pisarei e fasò




Possono interessare

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...