domenica 11 febbraio 2018

Quanti Modi di Fare e Rifare le Lagane e Ceci

Anche a febbraio abbiamo preparato una ricetta golosa in compagnia di Anna e Ornella di Quanti Modi di Fare e Rifare, le buonissime Lagane e Ceci.
La Cuochina ha sempre dei gusti ottimi che mi lasciano molto stupita.
Questa ricetta è piaciuta tanto, è semplice ed economica. Entrerà a far parte dei primi piatti da me preferiti.

Ingredienti per 6 persone
500 g di ceci
2 spicchi d'aglio
peperoncino rosso
2 cucchiai di strutto
sale
500 g di farina di grano duro

Preparazione
Ho messo in ammollo i ceci per 24 ore, poi li ho lessati in abbondante acqua  con un poco di sale.
Sulla spianatoia, ho fatto la fontana alla farina e versato al centro un pizzico di sale e tanta acqua tiepida quanto basta per ottenere una pasta liscia e di giusta consistenza. L'ho lavorata energicamente per qualche minuto, poi, usando il mattarello, ho steso la pasta facendo una sfoglia sottile.
Poco prima del pranzo, le ho lessate, mettendole in acqua salata in ebollizione, le ho scolate piuttosto al dente.
Ho frullato la metà dei ceci con poco aglio e poco peperoncino, mentre il resto dei ceci ben scolati, li ho versati in una terrina con la pasta e lo strutto precedentemente messo sul fuoco in una padella e rosolato insieme agli spicchi d'aglio e a un pizzico di peperoncino ed ho mescolato bene.
Ho messo un cucchiaio di purea di ceci in ogni piatto ed ho aggiunto la pasta condita.

L'11 marzo 2018 faremo:
una ricetta per Pasqua che è il primo aprile 


domenica 14 gennaio 2018

Quanti Modi di Fare e Rifare gli Gnocchi alla Romana

Il mio primo post dell'anno inizia in bellezza in compagnia di Anna e Ornella di Quanti Modi di Fare e Rifare.  Oggi faremo gli "gnocchi alla romana".
Che dire, lavoro in una mensa scolastica e gli gnocchi alla romana sono in menù due volte al mese, con la differenza che noi usiamo 22 litri di latte (ahahah!) ma il procedimento è identico. Come di certo immaginate, quando li facciamo in mensa è un delirio, ci vuole un sacco di tempo e dobbiamo sgobbare parecchio (siamo solo in due). Ne vengono circa 700. I bimbi li gradiscono molto e li mangiano volentieri.
Quando li preparo a casa, li arricchisco con dello speck e sono molto graditi anche dalla mia famiglia
Ingredienti:
    • 1 litro di latte intero
    • 250 g di semolino
    • una generosa manciata di parmigiano
    • 1 tuorlo
    • un pizzico di noce moscata
    • burro qb
    • parmigiano da spolverare sopra
    • 1 etto di speck tagliato a dadini
    • un pizzico di noce moscata
      Questo è lo stampo che ho usato per formare gli gnocchi

      In una capiente pentola ho versato il latte ed aggiunto la noce moscata, quanto il latte e arrivato quasi a bollore, ho unito a pioggia metà del semolino e mescolato bene con una frusta, aggiunto il tuorlo e il parmigiano ed amalgamato bene, quindi ho unito il resto del semolino.
      Ho fatto cuocere fino a quando il composto non si è staccato dalle pareti (ci vogliono solo pochi minuti).
      Ho versato la polenta di semolino sulla carta forno appoggiata sul tavolo. Ho tagliato un altro pezzo di carta forno e l'ho messa sopra l’impasto e, aiutandomi con il matterello, l'ho steso ancora bollente, in questo modo l'altezza degli gnocchi è tutta uguale.
      Invece di tagliarli rotondi, come vuole la tradizione, ho usato uno stampo per i biscotti per non avere ritagli.
      Quando l'impasto si è raffreddato, ho tagliato gli gnocchi e li ho distribuiti in una pirofila imburrata. Ho tagliato lo speck a pezzetti e l'ho messo sopra con abbondante parmigiano e fiocchetti di burro. Ho fatto cuocere a 180 gradi fino a doratura.
      Buonissimi 😋 mangiati tuttti 😜


      L'11 febbraio 2018 faremo:

      domenica 10 dicembre 2017

      Quanti Modi di Fare e Rifare Lo Zelten

      E' siamo già arrivati a dicembre! Come passa il tempo! Anche questo mese sono puntuale all'appuntamento di Quanti Modi di Fare e Rifare, l'iniziativa ideata e coordinata da Anna Ornella Siamo tutti in Trentino a preparare lo Zelten, ottimo dolce tipico di Natale.
      Ho accorciato un po’ la ricetta ed ho usato il mio solito modo di fare gli impasti: senza impasto (prima o poi farò un post con il procedimento completo).
      Veramente buono e profumato, sicuramente un'ottima alternativa al panettone.

      AUGURO A TUTTI UN MAGNIFICO NATALE E UN BUON INIZIO ANNO 🤶🏻🎄🎄

       Ingredienti:

      • 70gr di licoli
      • 280g di farina di forza 
      • 130g di latte 
      • 40g di burro
      • 40g di zucchero
      • 1 tuorlo
      • 1 cucchiaino di scorza d’arancia grattugiata
      • un pizzico di sale 
      Frutta secca
      • 40g di gherigli di noci 
      • 40g di mandorle spellate
      • 15g di pinoli
      • 25g di fichi secchi
      • 30g di cedro candito
      • 30g di uvetta sultanina
      • Grappa o rum

      Primo impasto:

      • 70gr di licoli
      • 150gr farina
      • 90gr latte
      Ho impastato bene a mano tutti questi ingredienti poi ho coperto e ho lasciato lievitare fino al raddoppio circa 4 ore.

      Impasto:

      • tutto il primo impasto
      • 100g di farina di forza
      • 40g di zucchero
      • 40g di burro morbido 
      • 40g di latte
      • 1 tuorlo
      • pizzico di sale
      Ho aggiunto al primo impasto tutti gli ingredienti e ho impastato a mano nella ciotola amalgamando bene, poi ho coperto con la pellicola e l’ho lasciato al caldo per una mezz'oretta.
      Lasciandolo nella ciotola ho fatto delle pieghe a fazzoletto (prendendo un pezzo di pasto dai bordi e portandolo verso il centro, continuando in questo modo per tutto il giro della ciotola), ho ricoperto con la pellicola e ho lasciato riposare per un'altra mezz'ora. Ho ripreso l’impasto e ho fatto altre pieghe a fazzoletto facendo sempre il giro della ciotola. Mano mano che si fa questa operazione l’impasto si incorda, praticamente senza fatica. Ho ripetuto le pieghe per 4 volte poi ho aggiunto tutta la frutta secca e l’ho fatta inglobare bene nell’impasto (questa volta ho versato l'impasto sul piano lavoro), quindi ho ricoperto ed ho lasciato ancora al caldo per circa tre ore. A questo punto l’ho messo in frigo per tutta la notte. Al mattino ho tolto l'impasto dal frigo e l’ho diviso in 4 pezzi, ho formato dei pani e li ho coperti con pellicola e lasciati lievitare per circa 4 ore al caldo.
      Prima di infornare ho decorato con mandorle e noci, ho spennellato con l’uovo sbattuto e infornato a 180°C per circa 20 minuti.



       Che profumoooo buono buono 😊😍

      Il 14 gennaio 2018 saremo nel Lazio
      per il nuovo Menù della Cuochina
      Realizzeremo: Gli Gnocchi alla romana

       
       Sfondo Natalizio - Palline di Natale rosse




      Possono interessare

      Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...